10 strategie per un e-commerce di successo

Scopri tutto ciò che ti serve per aumentare il traffico e le vendite del tuo negozio online

10 strategie per un e-commerce di successo

Il settore e-commerce diventa ogni anno più competitivo anche in Italia, dove a fronte di una maggiore fiducia dei consumatori nei confronti di acquisti e pagamenti online, sono moltissime le aziende che intraprendono la strada del commercio elettronico. Per questo è importante non perdere mai di vista quello che accade e conoscere le risposte dei consumatori ai diversi stimoli.

Secondo una ricerca condotta da SemRush - piattaforma SaaS per la gestione della visibilità online - sono state individuate 10 strategie vincenti per i siti di commercio elettronico, sulla base dei dati di oltre 8.000 siti di e-commerce analizzati.

Vediamole di seguito:

1) Dare priorità al mobile

La ricerca rivela che nel mondo dell’e-commerce il traffico mobile supera generalmente quello desktop, a prescindere dal settore o dal paese in cui hanno origine le ricerche.

Concentrarsi sugli utenti mobile del tuo sito e-commerce è un’ottima strategia per il 2019. Ciò significa investire in un sito completamente responsive, così che possa offrire ai visitatori una esperienza d’acquisto migliore rispetto a quella che otterrebbero sul desktop, e ottimizzare lo stesso per l’indicizzazione mobile-first per essere tra i primi nei risultati di ricerca.

dati_e-commerce_mobile

2) Puntare sulle recensioni

Le recensioni sono una delle principali SERP Feature che consentono di aumentare notevolmente la visibilità e l’autorevolezza del sito andando, di conseguenza, a migliorare le vendite di un e-commerce, seguite dai site link, i caroselli e le immagini.

D’altro canto non dovremo stupirci poiché il passaparola ha sempre giocato un ruolo di prim’ordine nel processo decisionale di acquisto dei consumatori, e questo vale anche online. Le recensioni sono un efficace strumento di fidelizzazione della clientela, ma anche una fonte diretta per ottenere informazioni dal proprio pubblico di riferimento.

3) Occhio ai backlink

I backlink (link entranti o collegamenti entranti) sono importanti perché consentono a Google di verificare la credibilità del proprio sito di e-commerce. E’ importante quindi diversificare il proprio profilo backlink in modo che il proprio sito guadagni dei link esterni da domini autorevoli, cosa che permetterà di migliorare notevolmente il proprio posizionamento nella SERP.

La creazione di contenuti utili sul sito è solo una delle strategie per migliorare il profilo backlink: il pubblico e i colleghi del settore riconosceranno questo valore e condivideranno il contenuto, linkandolo.

4) Perfezionare la SEO

La sempre nell’ottica di essere trovati agevolmente sul web dai potenziali clienti, è importantissimo investire nella SEO, la Search Engine Optimization, ovvero tutte quelle attività di ottimizzazione di un sito web volte a migliorarne il posizionamento nei risultati organici dei motori di ricerca, Google in primis. Investire nella SEO porta ad emergere tra i primi risultati di Google, consentendo agli utenti di trovare il proprio sito di e-commerce e le proprie offerte in maniera più semplice ed immediata, andando ad aumentare il proprio bacino di potenziali acquirenti.

5) Implementare AMP (Accelerated Mobile Pages)

Le pagine AMP (Accelerated Mobile Pages) permettono di rendere la pagina più snella e più veloce, ottimizzando l’esperienza utente e migliorando il posizionamento SEO. Implementare una versione AMP sulle pagine chiave di un sito e-commerce significa aumentare le probabilità che l’utente faccia un acquisto.

Dalla ricerca di SemRush risulta che solo il 10,7% dei siti ha pagine AMP dedicate; la stragrande maggioranza (89,3%) non le ha implementate, perdendo un'enorme opportunità per migliorare le prestazioni da mobile del proprio sito. Quindi i siti di e-commerce che si adattano ora hanno un'enorme opportunità di superare i loro concorrenti ottenendo prezioso traffico mobile.

6) Immagini ottimizzate

É particolarmente complicato che l’utente di un sito e-commerce compri qualcosa online non visualizzando un’immagine di alta qualità. Per questo motivo bisogna ritenere l’ottimizzazione delle immagini come una condizione primaria per le conversioni.

Alcuni consigli per ottimizzare le immagini:

  • Usare immagini JPEG
  • L'utilizzo di più immagini per prodotto
  • Il nome del file e la didascalia dovrebbero contenere le parole chiave di destinazione.
  • Includere la sitemap di immagini sul sito

7) Dati strutturati

Il web è pieno di dati e informazioni ma hanno formati differenti, spesso non sono organizzati e un motore di ricerca fa fatica a riconoscere un dato vero in mezzo ad altro testo, fa anche fatica a contestualizzare il dato.

Il dato strutturato o Semantic Web, sono una modalità di scrittura del HTML, diventa quindi fondamentale per due ragioni:

  • E’ un tipo di informazione che non lascia spazio ad interpretazioni: i motori di ricerca quando scansionano pagine web riconoscono i dati strutturati, comprendono esattamente l’informazione e questi dati vengono usati nella fase di indicizzazione e ranking.
  • Tali informazioni recepite dai dati strutturati vengono usate da Google per personalizzare i risultati di ricerca e, dato che tutti i risultati hanno lo stesso aspetto, basta una minima personalizzazione per emergere ed attirare l’attenzione (e i click).

8) Usare Trigger emozionali

Quando si ottimizza un sito di e-commerce è bene pensare sia agli utenti che fanno acquisti pianificati sia a coloro che comprano d’impulso: i trigger emotivi delle campagne pubblicitarie e le informazioni approfondite aumentano infatti la conversione dei siti.

Il trigger emotivo più popolare è risultato essere l'offerta di spedizione gratuita, che attira gli utenti perché riduce i loro costi e li obbliga ad agire prima di perdere l’occasione. "Sito ufficiale" e "Acquista ora" sono al secondo e terzo posto tra le leve emotive riscontrate nella ricerca.

trigger_emozionali

9) Modelli di attribuzione

Il processo di acquisto del cliente è spesso più complicato del vedere un annuncio, andare sul sito e acquistare; per l’utente potrebbe essere necessario interagire con più annunci, controllare il sito più volte e magari prima iscriversi a una newsletter. E’ essenziale selezionare i modelli di attribuzione che consentono di valutare quali punti di contatto effettivamente ottengono le conversioni.

Nelle analisi delle prestazioni del traffico sarebbe bene utilizzare un modello di attribuzione che supporti più punti di contatto, ricorrendo ad esempio a modelli lineari o basati sulla posizione.

10) Sfruttare gli Eventi settoriali

Importantissimo, per un e-commerce di successo, sfruttare i principali eventi settoriali. Cruciale quindi rimanere sempre aggiornati sui maggiori trend mondiali, sulle emergenti esigenze delle buyer personas, sapere chi sono i competitor e quali strategie utilizzare per superare i rivali

Questo step fondamentale consente di convertire un e-shop, anche al livello iniziale, in un business vincente.

 

Se hai un'e-commerce da ottimizzare, Qweb può aiutarti con la giusta strategia! Guarda le nostre soluzioni e contattaci senza impegno.

Hai trovato interessante questo articolo?

Vuoi chiederci un preventivo, prendere un appuntamento
o semplicemente saperne di più? Siamo qui a tua disposizione.

Dove siamo

Via G. Dall'Armi 23
San Donà di Piave
Venezia ITALIA

Tel +39 0421 307703
Mail info@qweb.eu

Newsletter

Resta sempre aggiornato sulle novità di Q-Web.
Iscriviti alla newsletter.

GDPR Compliance - “Privacy Newsletter